La solidità di un sostegno sicuro
Precisione e affidabilità per i tuoi Progetti
Diligenza e scrupolosità nella cura di ogni dettaglio
La scelta giusta in ogni circostanza

News Giuridiche

Al momento le notizie non sono disponibili.

H O M E P A G E

 Il CONSIGLIO NOTARILE DI RAVENNA

in collaborazione con il CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO, in occasione della SETTIMANA NAZIONALE DEI LASCITI TESTAMENTARI , promuove un INCONTRO il giorno

26 GENNAIO 2023 ore 9.30

presso CISL Romagna - Ravenna via Vulcano n. 78 

 

 

Scarica la Guida Completa  Guida_Lasciti_Testamentari_2023

 

********************************************************

 

*** 

GUIDA    "I M M O B I L I   E   B O N U S  F I S C A L I  2021"

Scarica la Guida al seguente link

https://www.notariato.it/sites/default/files/ImmobiliBonusFiscali2021.pdf

  

************************************

 EMERGENZA CORONA VIRUS 

 

 I NOTAI DEL DISTRETTO DI RAVENNA DONANO OLTRE 27.000 EURO ALL’AZIENDA USL DELLA ROMAGNA, DISTRETTO OSPEDALIERO DI RAVENNA, FAENZA E LUGO

Il Consiglio Notarile si fa promotore dell’iniziativa di solidarietà per fronteggiare l’emergenza COVID-19, cui hanno partecipato tutti i 30 Notai del Distretto

Anche il Notariato contribuisce a sostenere i medici e gli operatori impegnati a fronteggiare l’emergenza coronavirus di queste settimane: a tal proposito sono oltre ventisettemila euro (per la precisione 27.398 euro) i fondi donati dai 30 Notai del Distretto di Ravenna all’Azienda USL della Romagna, in particolare al Distretto Ospedaliero di Ravenna, Faenza e Lugo, grazie all’iniziativa promossa dal Consiglio notarile ravennate.

L’iniziativa vuole testimoniare la vicinanza dei Notai alla cittadinanza, come sottolineano le parole del Presidente Massimo Gargiulo: “Noi Notai siamo Pubblici ufficiali e insieme membri delle comunità in cui esercitiamo la nostra professione. Per questo, la grave sciagura che si è abbattuta anche sul nostro territorio non poteva certo lasciarci indifferenti. Il Notariato ravennate ha sentito il dovere di intervenire, donando queste risorse per fare la propria parte insieme agli altri, perché è proprio nei momenti del bisogno che occorre massimamente far fronte comune. In quanto Notai, siamo a fianco dei cittadini in tanti importanti e delicati momenti della vita, dall’acquisto dell’abitazione fino alla scelta delle persone cui lasciare le proprie sostanze: volevamo esserci anche ora”.

 ******

Dal 1° febbraio in vigore il registro nazionale DAT.

 I notai tra i soggetti che alimenteranno la Banca Dati

 Sulla pagina Facebook e Youtube del Notariato online il videoforum sul testamento biologico

 Roma, 31 gennaio 2020 – Entrerà in vigore il 1° febbraio 2020 il Regolamento concernente la Banca Dati nazionale destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

- pubblicato in G.U. lo scorso 17 gennaio con il Decreto 10 dicembre 2019 n.168 - che ha dato

piena attuazione alla Legge sul Testamento Biologico.I notai saranno tra i principali soggetti che alimenteranno la banca dati, con le copie informatiche delle DAT da loro redatte e degli altri atti collaterali (accettazione, rinuncia, revoca e sostituzione del fiduciario, atti modificativi o di revoca delle DAT). I notai potranno alimentare la Banca Dati DAT (limitatamente agli atti da loro predisposti) attraverso la Rete Unitaria del Notariato - rete informatica realizzata da Notartel che collega tutti i notai italiani - al fianco degli Ufficiali di Stato Civile e dei responsabili dei Fascicoli Sanitari Elettronici ove istituiti dalle Regioni. Per le DAT ricevute prima dell’entrata in vigore del Regolamento è previsto un termine di 60 giorni per la comunicazione della loro esistenza al Ministero della Salute e un termine di 180 giorni per la trasmissione delle copie al registro. Per fornire indicazioni pratiche ai cittadini in tema di testamento biologico, il Consiglio Nazionale del Notariato ha realizzato un videoforum consultabile online su Facebook e Youtube su: cos’è la Dat e il consenso informato; a chi ci si deve rivolgere per redigerla; quale contenuto può avere; i trattamenti di sostegno vitale e l’accanimento terapeutico; a cosa serve la figura del fiduciario e perché è importante individuarla; la revoca della Dat. Inoltre sul sito del Consiglio Nazionale del Notariato è possibile trovare anche un vademecum scritto: https://www.notariato.it/it/famiglia/testamento-biologico

*****************************************

 ***********************

 15a GUIDA per il cittadino - "La terza età: strumenti patrimoniali, opportunità e tutele".

 LA TERZA ETÀ:

PRESENTATA LA 15ˆ GUIDA PER IL CITTADINO

 Quali sono gli strumenti giuridici che i cittadini hanno a disposizione per assicurarsi, dal punto di vista della gestione patrimoniale, una vecchiaia serena e dignitosa?

A illustrarli è la 15ˆ Guida per il Cittadino che, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato, riguarda, quest’anno, proprio La Terza età: strumenti patrimoniali, opportunità e tutele.

Realizzata in collaborazione in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori - Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori – la Guida ambisce a essere uno strumento tanto più prezioso per un Paese, l’Italia, che è il secondo più vecchio al mondo.

Anche la regione Emilia-Romagna è, da questo punto di vista, in linea con i dati nazionali, con il 23,4% della popolazione sopra i 65 anni d’età (a livello Italiano la percentuale ammonta al 22,6%), ovvero più di un milione, di cui quasi 750mila superano i 75 anni. Uno scenario, quello che delinea un invecchiamento della popolazione, destinato con ogni probabilità a incrementare: secondo i dati forniti dal Servizio statistica della Regione Emilia-Romagna, infatti, nel periodo 2015-2035, a fronte di una sostanziale stabilità della popolazione complessiva della regione, a cambiare in modo significativo sarà la composizione per età. con una crescita complessiva della popolazione anziana nei prossimi 20 anni di circa il 28,4%.

 Alla luce di tali dati, e per il fatto che spesso gli anziani possono avere bisogno di una maggiore liquidità di denaro per far fronte a necessità quotidiane o cure mediche, nonché di assistenza morale e materiale, la guida offre una panoramica sugli strumenti che permettono di disporre della casa per trarre liquidità o per garantirsi assistenza e mantenimento.

 Gli strumenti che permettono di ottenere liquidità di denaro sono: la rendita vitalizia (a titolo oneroso), con la quale un soggetto corrisponde periodicamente alla persona anziana una somma di denaro o altri prodotti a fronte della cessione di un bene mobile, immobile o di un capitale; la vendita della nuda proprietà con riserva di usufrutto o con riserva di abitazione, che consente alla persona anziana di vendere l’immobile e di continuare a vivere nella sua casa e godere di eventuali proventi derivanti da una eventuale locazione per tutta la sua vita o per un periodo definito, ottenendo nel contempo una liquidità immediata proveniente dalla vendita; la vendita della nuda proprietà, la quale, rispetto allo strumento precedente consente il solo diritto di abitare l’immobile per sé e per la propria famiglia senza la disponibilità di eventuali proventi; il diritto di abitazione non può essere ceduto o dato in locazione; infine, il prestito vitalizio ipotecario, ovvero un finanziamento concesso da banche o intermediari finanziari a persone di età superiore ai 60 anni; è garantito dall’ipoteca su un immobile residenziale solitamente di proprietà dell’anziano a garanzia della restituzione del prestito, degli interessi e delle spese. È uno strumento che presenta diverse criticità, soprattutto nei confronti di eventuali eredi, e quindi va valutato con molta attenzione.

 Gli strumenti che permettono di ottenere assistenza sia morale che materiale sono invece: il contratto di mantenimento, che consente di ricevere entrambe le prestazioni di assistenza, che possono essere combinate nel modo più idoneo a seconda delle necessità, a fronte della cessione di beni mobili, immobili o di capitale. Potrà essere pattuito l’obbligo di provvedere a tutte le necessità garantendo il tenore di vita abituale, fornendo vitto, alloggio, vestiario, cure mediche, altro; oppure assumere solo alcuni di tali obblighi, secondo le esigenze del beneficiario e la disponibilità dell’obbligato; il contratto di vitalizio alimentare, in cui un soggetto si obbliga a corrispondere al vitaliziato gli alimenti, alloggio, vestiario, cure mediche e in genere tutto quanto risultasse necessario per vivere nei limiti dello stato di bisogno; il contratto di vitalizio assistenziale, per cui il vitaliziante si impegna a garantire principalmente una assistenza morale ed eventualmente anche un’assistenza materiale. La sua prestazione è di norma infungibile; la donazione con onere di assistenza o donazione modale, tramite la quale l’anziano, donando la propria abitazione, pone un onere di assistenza e/o mantenimento a carico del donatario. Il contenuto dell’assistenza viene stabilito dal donante secondo quelle che sono le sue esigenze e necessità, ma il donatario è tenuto all’adempimento dell’onere entro i limiti del valore della cosa donata. La risoluzione per inadempimento dell’onere può essere domandata dal donante o dai suoi eredi solo se prevista nell’atto di donazione.

 Nella guida sono menzionati anche altri strumenti come la cessione del quinto della pensione (o stipendio), le polizze vita e il cohousing.

 “Crediamo che questa nuova Guida sia quanto mai utile – commenta Flavia Fiocchi, Presidente del Coordinamento dei Consigli notarili dell’Emilia-Romagna – non soltanto alle persone che hanno già raggiunto o stanno per raggiungere l’età anziana, ma anche per i loro cari e per chi, degli anziani, si prende cura. Il Notariato è, da questo punto di vista, a disposizione del cittadino, rivendicando un ruolo di garanzia e tutela sociale e comunitaria, anche e soprattutto in un ambito delicato e sensibile come questo.”

  Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.notariato.it.

 *********

UE, da gennaio 2019 novità per le coppie europee

Mercoledì 7 novembre 2018, alle ore 14.30, saremo in diretta Facebook sulla pagina social de Il Sole 24 Ore con il giornalista Saverio Fossati e il notaio Domenico Damascelli per parlare dei Regolamenti europei sui regimi patrimoniali dei coniugi e sugli effetti patrimoniali delle unioni registrate che si applicheranno a partire dal 19 gennaio 2019.  

 Si tratta di un progetto del Notariato italiano dedicato alla Giornata Europea della Giustizia Civile, nell’ambito della III edizione dell’iniziativa del Consiglio dei Notariati dell'Unione Europea – CNUE.

Per seguire la diretta potete collegarvi alla pagina Facebook del Sole 24 Ore: 
https://www.facebook.com/ilsole24ore/

 IL RAPPORTO PERSONALE TRA IL NOTAIO E LE PARTI

Per legge "spetta al notaio soltanto d'indagare la volontà delle parti e dirigere personalmente la compilazione integrale dell'atto" (art. 47 della legge notarile).

Il notaio deve indagare la volontà delle parti in modo approfondito e completo, mediante domande e scambio di informazioni intese a ricercare anche i motivi e le possibili modificazioni della volontà prospettatagli (cod. deontologico appr. Dal Cons. Naz. Not. Il 24.2.1994).
Perciò, il rapporto tra il cliente ed il notaio inizia di regola prima della stipulazione e della lettura dell'atto notarile, » Leggi tutto

News Notariato - Nazionali

29/03/2023

Siglata a Torino l'intesa per l'adozione della Relazione di Regolarità Edilizia

Siglata a Torino l’intesa per l’adozione...

Archivio news

News Notariato - Casa

01/10/2021

La compravendita

La compravendita Consiglio Nazionale del...

Archivio news

News Notariato - Famiglia

21/02/2023

Volontaria giurisdizione

Volontaria giurisdizione Consiglio Nazionale...

Archivio news

News Notariato - Impresa

15/12/2021

Srl online

Srl online Consiglio Nazionale del Notariato...

Archivio news